ARCHIVIUM logo
strumenti
per una
educazione
migliore

anche
GRATIS!

le Preposizioni

cosa la Preposizione

La PREPOSIZIONE quella parte del discorso che si usa per indicare un relazione con una Sostantivo, relazione che pu essere per esempio di luogo, di tempo, di appartenenza e di molti altri tipi.

Le Preposizioni pi note sono quelli che tutti dovremmo sapere a memoria: di, a, da, in, con, su (o sopra), per, tra (o fra). E' chiaro che queste parole sono importantissime: senza di esse non potremmo dire che la barca su cui avete fatto una gita era la barca di Federico, o che vorreste fare un bel regalo a Marina, e neppure che non vedete l'ora di tornare a scuola con i vostri compagni o per conoscere i nuovi Professori!

C' solo un problemino, con le Preposizioni: non sono una lista chiusa, nel senso che non sono solo le poche paroline che abbiamo elencato qui sopra, ma ce ne sono tante altre, come prima di, dopo di e cos via. Ma niente paura: il criterio per riconoscerle sempre lo stesso: se definisce una relazione con un Sostantivo (o con un Pronome), si tratta certamente di una Preposizione:

  • sei arrivato prima di me
  • sono salito sopra a un traghetto

L'elenco che abbiamo dato all'inizio allora cosa serve? E' un utile riferimento per capire come sono fatte le Preposizioni: alla fine infatti quasi qualunque Preposizione si pu ricondurre, come significato, ad una di quelle: sopra a = su, per esempio.

Locuzioni Preposizionali

Veramente c'è un altro problemino: moltissime, anzi direi la maggior parte delle Preposizioni che normalmente si usano sono fatte da due o tre parole messe insieme, e quindi non sono nell'elenco delle otto Preposizioni che abbiamo visto all'inizio! Quando più parole concorrono insieme ad avere un solo valore come categoria grammaticale, si dice che abbiamo una Locuzione. Guardate qualche esempio di Locuzione Preposizionale, tra le più complesse:

  • nel bel mezzo di = in
  • al di fuori di = fuori
  • al di l di = oltre
  • in compagnia di = con
  • in mezzo a = tra

Non tutte sono direttamente equivalente ai "magnifici otto" che abbiamo visto all'inizio, purtroppo, ma molte sì. E la maggior parte di quelle che non lo sono, sono invece equivalenti alle Preposizioni Improprie.

Come si Riconosce una Preposizione

Le Preposizioni generalmente devono stare prima di un Sostantivo, e per questo si chiamano Preposizioni: perché stanno in posizione "pre", ovvero davanti.
In realtà abbiamo sostanzialmente due possibilità. O stanno tra due Sostantivi, come è logico visto che descrivono una relazione di un Sostantivo con un altro Sostantivo: la barca (SOSTANTIVO) di (PREPOSIZIONE) Federico (SOSTANTIVO). Oppure stanno dopo un Verbo e prima di un Sostantivo, e indicano come una azione si mette in relazione con un Sostantivo: questa barca è (VERBO) di (PREPOSIZIONE) Federico (SOSTANTIVO), oppure ieri siamo andati (VERBO) alla (PREPOSIZIONE) fiera (SOSTANTIVO). Ci siamo capiti, credo.

Non è difficile identificare le Preposizioni, ma è possibile confondersi con alcuni Avverbi: molte Preposizioni infatti sono uguali ad Avverbi di luogo o di tempo. Come si distinguono gli uni dagli altri? Facilmente, perché nel ruolo di Preposizione devono accompagnare un sostantivo, mentre come Avverbi accompagnano un Verbo o un Aggettivo:

  • vengo in macchina, tu sali (VERBO) su (AVVERBIO)!
  • non salire su (PREPOSIZIONE) il tavolo (SOSTANTIVO)

Compiti di aritmetica o matematica?

Vieni a farli su www.matematica.click, troverai molti strumenti che ti aiuteranno a fare i compiti velocemente e divertendoti!

Questo sito è gratis!
segnalalo a Google

oppure clicca mi piace!

prodotto da

per La Scuola Digitale

© HT Tecnologie Umanistiche - 434053108